d

Alienum phaedrum torquatos
nec eu, vis detraxit periculis ex,
nihil expetendis in mei.

contact
neva@office.com
+456933336454
2606 Saints Alley
Tampa, FL 33602
Follow Us
Image Alt

L’artista

PubblicSSS

Stefania Scarnati

Percorsi e nastrificazioni creati da luci, ombre e contrasti sono i legami indissolubili tra me e le mie opere…. Sono il risultato di ascolti tra realtà e memoria, quell’insieme di riflessioni alla base dell’intuizione che mi permette di trasformare uno stato d’animo in una indelebile immagine

Un lungo percorso creativo che mi ha portato ad ampliare nel tempo le mie conoscenze tecniche passando dalla pittura alla scultura, dalla grafica all’incisione fino all’oreficeria….sperimentando e ricercando sempre nuove forme espressive per raccontare e raccontarmi.

Il termine ”Artépore” (dal greco “pore, poréia”, ossia “cammino, percorso”) è il nome con cui Stefania Scarnati ha voluto connotare tutte le sue opere (pittura, scultura, incisione, sculture da indossare). “Nate da percorsi interiori, nel mare profondo da cui prende vita la creatività, esse non potevano che avere un nome come questo, un po’ curioso, bizzarro, ma così vicino a me che ho voluto brevettarlo”.

L’INIZIO

1948 – Stefania Scarnati nasce a Milano.

1967 – Consegue la maturità artistica e, l’anno successivo, viene abilitata all’insegnamento. I suoi primi contatti artistici avvengono nel mondo del design industriale automobilistico, grazie al padre, il professor Giuseppe Scarnati, fondatore e responsabile dell’Ufficio Stile dell’Alfa Romeo per più di 40 anni. Le prime esperienze lavorative sono invece legate all’ambito pubblicitario, dove Stefania collabora come designer per industrie di illuminazione, arredamento e moda. Per dieci anni insegna tecniche pittoriche, proseguendo nel suo cammino alla ricerca della essenzialità e del linearismo. In questo periodo l’artista inizia anche ad esporre le sue opere, ed è subito apprezzata per l’inusualità delle composizioni, i temi trattati, e la padronanza delle tecniche.

1975 – Prima personale di pittura presso la Galleria EIDAC di Milano. A questa ne seguiranno negli anni molte altre in città e sedi diverse in Italia e all’estero (New York, Bruxelles, Ginevra… ).

1990 – Comincia a frequentare i corsi di incisione del Centro dell’Incisione di Milano, dove già nell’anno successivo, presenta alcune sue opere.

1992 – Entra a far parte del gruppo “100 Pittori di via Margutta” e partecipa con loro a diverse edizioni della manifestazione romana. Contemporaneamente è presente ad alcune edizioni delle manifestazioni milanesi di Via Bagutta e del Naviglio Grande. Nello stesso anno a Bordighera viene premiata con la “Caravella d’Argento” per il murales “Figlie dell’avventura”.

LE NUOVE SPERIMENTAZIONI

1993 – Alterna al lavoro nel suo studio di Pioltello (Milano) brevi permanenze a Ventimiglia (Imperia), dove nel nuovo studio sul mare, scopre le tonalità di blu che daranno una svolta decisiva ed una maggiore coerenza a tutta la sua produzione.

1995 – Da quest’anno Stefania Scarnati frequenta i seminari di incisione del centro “Venezia Viva” nell’Atelier di Nicola Sene in San Marco e nel novembre dello stesso anno è invitata dal Comune di Milano a tenere una personale di incisioni a Palazzo Sormani.
In questo periodo l’artista milanese riprende anche l’attività scultorea attraverso l’uso di tecnopolimeri, che le consentono di riprodurre anche nella modellazione i temi della linearità e della nastrificazione.

MOSTRE E RICONOSCIMENTI

1997 – Nel mese di settembre Stefania Scarnati è la prima donna a vincere il concorso “Anguria d’Oro” a Bordighera (Imperia) ormai giunto alla 31° edizione, unendosi così a nomi del calibro di Borghese, Schifano ed altri tra i maggiori esponenti della pittura contemporanea.

1998 – A giugno partecipa a Roma al 1° Congresso Nazionale della Lega Beni Culturali, dove espone le sue opere con l’Alto Patrocinio della Presidenza dei Ministri, dell’UNESCO e della Comunità Europea. A partire da questi anni inizia inoltre una serie di collaborazioni con diverse associazioni benefiche.

1999-2007 – E’ stata socia del “Lions Club Milano ai Cenacoli”

1999 – E’ socia dello “Zonta Club Milano Sant’Ambrogio”, di cui è stata presidente e vicepresidente. Lo Zonta è un club internazionale di servizio fondato negli Stati Uniti negli anni ’20 e riservato alle donne. Il suo obiettivo principale è da sempre quello di migliorare la condizione femminile promuovendo aiuti concreti laddove si presentino situazioni di disagio. Stefania Scarnati dedica negli anni diverse sue composizioni (incisioni e sculture da indossare) allo Zonta, di cui sarà presidente dal 2002 al 2004.

2001 – A gennaio una sua personale di scultura viene allestita presso il Parlamento Europeo di Bruxelles, successivamente riproposta nel novembre dello stesso anno dalla Provincia di Milano allo Spazio Guicciardini. All’Esapce Distribution di Bruxelles sono esposte per l’occasione più di 80 tra le sue opere più significative (non solo sculture ma anche lavori di pittura e incisione). La personale di Stefania Scarnati, presentata dall’On. Giuseppe Gargani, registra il forte apprezzamento di Nicole Fontaine, allora Presidente del Parlamento Europeo.

2002 – Nella personale “Talismani di luce” del giugno al Palazzo delle Stelline, Stefania Scarnati presenta i bassorilievi e le sculture da indossare con cui porta avanti il tema della nastrificazione nella scultura. Nel dicembre dello stesso anno espone a Palazzo Borromeo di Cesano Maderno e nel maggio 2004 nella Villa Borromeo Visconti Litta di Lainate. Entra fa parte del Consiglio dell’Associazione Culturale ARTXYZ di Milano, con cui collabora attivamente. Nello stesso anno Stefania Scarnati trasferisce il suo studio a Milano in Via Monfalcone. Si tratta di un vero e proprio laboratorio, uno “spazio per la creatività” che si presta perfettamente alla realizzazione delle sue opere.
Molteplici in questi anni le presenze dell’artista nelle esposizioni internazionali (Art lnnsbruck, Lineart Gent, MC Art Montecarlo, MAC 21 Marbella, SIAC Marsiglia, Arte Padova, Europ’Art Ginevra 2004, Art Innsbruck 2005, Arte Nimes 2005).

2004 – A marzo viene inserita nella lista delle “40 e più donne per Milano”, volume promosso dalla provincia di Milano ed edito da Federico Motta Editore, Milano. Nel volume “Viaggio nella Cultura della Provincia di Milano” viene invece illustrata la sua partecipazione con la personale “Spazi di luce e di colore” allo Spazio Guicciardini di Milano.

L’ATTIVITA’ RECENTE

2005 – Nel mese di novembre la scultura “Fonte eterna” di Stefania Scarnati entra a far parte del MAGI ‘900 Museo delle Eccellenze artistiche e storiche di Pieve di Cento (Bologna). Nel luglio dello stesso anno è presente a “I luoghi delle memorie”, rassegna promossa alla Fortezza Medicea Girifalco di Cortona (Perugia) dal Centro d’Arte Minerva con il Patrocinio del Comune di Cortona e presentata dal critico d’arte Luciano Lepri.

2007 – A maggio l’artista è invece alla Società Umanitaria del capoluogo lombardo con “L’Ascolto Sottile”, suggestiva esposizione di installazioni nel Cortile delle Glicini, presentata da Luciano Caprile e impreziosita da luci radenti scelte dall’artista per mettere in evidenza la leggerezza delle forme. La mostra viene riproposta nel dicembre dello stesso anno presso la Sala Liberty della Centrale Idroelettrica Enel Taccani di Trezzo d’Adda, dove nel buio più assoluto le installazioni di Stefania Scarnati vengono ancora una volta esaltate dalla carezza di luci rade. Sempre nello stesso anno fa tappa in Russia la mostra itinerante di Libri d’Artista “I magici cerchi di Prospero”. Per l’occasione Stefania Scarnati presenta un “Libro scultura” dedicato ai Cerchi di Prospero e ai protagonisti dell’opera di Shakespeare. La mostra è curata dalla critica d’arte Evelina Shatz.

2008 – il 20 novembre nella Aula Magna della Clinica Pediatrica Mangiagalli a Milano viene presentato il volume “Parlar m’è dolce alle stelle” con 15 incisioni realizzate in acquaforte/acquatinta dedicate alle costellazioni dei segni zodiacali e corredate dai testi poetici di Elena Santoro Favettini.

2009 – Nel mese di maggio viene inaugurata la mostra antologica “Dell’Ascolto Sottile” alla Galleria Rudh nella Cascina Grande in Via Togliatti a Rozzano (Milano). La mostra raccoglie più di 50 opere tra scultura, installazioni, pittura , incisioni e gioielli. In questa occasione viene presentato in anteprima il volume “Bagliori di Silenzio” che raccoglie innumerevoli immagini delle “Sculture da indossare” realizzate dal 1999 ad oggi (dalle prime sculture in tecnopolimero, ai monili in resina fino ai nuovissimi argenti decorati a smalto). I testi ed i commenti poetici del libro sono affidati alle poetesse milanesi Elena Federici Ballini, Maria Luca, Elena Santoro Favettini.

2010 – Dal 31 Gennaio al 28 febbraio, alla mostra “La costellazione del cuore”, Stefania Scarnati espone incisioni e gioielli presso la Galleria Lopez
 di Como.
Nello stesso anno, in occasione del trentennale dello Zonta Club Milano Sant’Ambrogio, l’artista collabora alla pubblicazione dell’“Agenda Zodiacale 2010”, con incisioni in acquaforte e composizioni poetiche di Elena Federici Ballini.
Nel mese di maggio presenta invece la nuova collezione di sculture da indossare dedicata alle Rose.
Nel corso dell’anno, Stefania Scarnati, per l’associazione “Milano capitale per l’Europa”, collabora al progetto e al premio “12 stelle per Milano” e realizzando una incisione in acquaforte (“12 * X MI”, foto sopra), che diventa un riconoscimento per le “eccellenze” milanesi.
Sono ancora sculture da indossare le “Artépore® del Buon Auspicio” che Stefania Scarnati presenta nel mese di novembre, accompagnandole con incisioni realizzate ad acquaforte che vertono sullo stesso tema del buon auspicio.

2011 – Dalla collaborazione con il cuoco Tommaso Zucca nasce invece, a febbraio, la mostra “Cuori sfiziosi” in cui i cuori da indossare in argento e resina di Stefania Scarnati si uniscono ai prelibati cuori da mangiare dello chef di Fiori di Zucca.
Il mese di maggio dello stesso anno vede l’artista milanese impegnata in due importanti progetti: “Artépore® tra Luna e Stelle”, una raccolta di una ventina di dipinti e incisioni sul tema del mondo celeste realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Teatro San Babila, e la collettiva “Gioielli ed emozioni” promossa dall’Associazione Orafa Lombarda e ospitata dalla Galleria Terzo Millennio di Milano, a cui Stefania Scarnati partecipa con una selezione delle sue sculture da indossare.

2012 – L’8 febbraio, nello Studio Artepore®, viene presentata la nuova “collezione d’arte” che Stefania Scarnati ha voluto dedicare alla “Rosa dei Venti”. Alla serata, il cui tema era “Il bello (e l’opportuno) dell’orientarsi” hanno partecipato la scrittrice Elena Federici Ballini ed il Dott. Fabio Gregu, alimentarista.

Il 23 novembre si inaugura la mostra “Vino su tela… Un colore sottratto al gusto… “, presentata in anteprima dalla Associazione Italiana Sommelier presso l’Hotel The Westin Palace di Milano nell’ambito della manifestazione promossa dall’AIS Milano “100 Vini per l’Emilia”. L’esposizione “Vino su tela” continua nello Studio d’Arte Artépore® dal 24 novembre fino al 22 dicembre

2013 – L’artista è presente nel capoluogo toscano. Stefania Scarnati partecipa infatti, con una propria opera, alla collettiva “Parliamo di lui”, 242 tavolette dedicate a Cesare Zavattini e donate alla BNFC (Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze), una delle più complete e prestigiose collezioni di libri d’artista al mondo, con opere dei maggiori esponenti dell’arte del Novecento e contemporanea.

Il 1° marzo, nel corso di un colorato “Brindisi alla Primavera” presso il suo Studio Artèpore®, Stefania Scarnati presenta le sue nuove creazioni ad amici ed ospiti: monili in resina e più in particolare grandi anelli floreali e orecchini con forma di anelli tridimensionali arricchiti da grosse perle.

L’8 marzo, partecipa a Ravenna all’inaugurazione di “Libriste alla Classense”, mostra dei libri d’Arte alla Biblioteca Classense di Ravenna. l’artista di Milano era presente alla mostra con un proprio libro (per questa edizione, “Parlar m’è dolce alle Stelle”, con il testo di Elena Santoro Favettini).

Il 7 novembre presso lo Spazio Arte Castello di Torino, Stefania Scarnati ritira il “Premio Speciale Bacco” conferito dall’associazione “Donna Sommelier” nell’ambito della rassegna “50 Sfumature di…Bianco, Rosso e Rosè – Dal calice all’arte”. Un importante riconoscimento per le opere della collezione “Vino su tela-Un colore sottratto al gusto” (2012).

Il 21 dicembre presso il suo Studio Artépore® di Milano, Stefania Scarnati organizza la serata dedicata ai “Libri & Libri d’Artista”: presentazioni di libri, letture e performance con la partecipazione degli autori.

2014 – Stefania Scarnati è presente in numerose mostre. Dal 20 marzo al 4 aprile al Palazzo Isimbardi di Milano con la mostra patrocinata dalla Provincia di Milano “Poesia in mostra” con la presentazione del libro d’artista “Respiro”, che vede come protagonisti le incisioni in acquaforte di Stefania Scarnati e i testi poetici di Maria Luca.

Il 13 giugno, presso lo Studio d’Arte Artépore®, Stefania Scarnati ha presentato le creazioni artistiche realizzate durante l’anno dai “Ragazzi di Bottega”. Il 6 settembre alla Biblioteca cantonale di Bellinzona (Svizzera), nell’ambito della mostra “Sfogliarte – 50+1 libri d’artista dalla collezione di Marco Carminati”, Stefania Scarnati ed Elena Santoro Favettini presentano il libro d’artista “Parlar m’è dolce alle stelle”.

21 novembre: “Tra Sacro e Profano”, l’artista milanese presenta nel suo Studio d’Arte Artépore® le nuove creazioni:sculture, incisioni e gioielli.

Il giorno 15 dicembre, nello Studio d’Arte Artépore®, Stefania Scarnati organizza “Brindisi degli auguri” con musica, poesia, aneddoti, racconti e buffet natalizio.

2015 – L’anno dell’Esposizione Universale vede Stefania coinvolta in diverse iniziative. Dal 6 al 13 maggio, alla mostra “TRAME E TRASPARENZE” e “NUOVA LINFA PER MILANO”, presso Miroglio – Piazza della Scala , in collaborazione con ZONTA Club Alessandria e ZONTA Club Milano Sant’Ambrogio, Stefania Scarnati ha esposto la sua collezione di opere “Trame e Trasparenze – Avvolgenti percorsi nella Milano dell’EXPO” a fianco dei capi firmati in un mix di arte e fashion. L’artista milanese ha portato nello store le ultime creazioni realizzate su carta con l’ausilio del torchio, molto apprezzate dai numerosi visitatori.

6 ottobre: in tema con “Expo in città 2015”, nello spazio espositivo di Seicentro, in via Savona 99 a Milano, Stefania Scarnati, assieme a Maria Luca, ha presentato “Il respiro come nutrimento dell’uomo”. La presentazione è avvenuta nel contesto della mostra di pittura “People Expo!” organizzata dall’amico Roberto Sironi. Durante la manifestazione, Stefania Scarnati ha mostrato al pubblico presente il libro d’artista “Respiro” (in coproduzione con Maria Luca) e la sua nuova creazione “L’albero della vita”, ispirata al tema della Grande Esposizione.

10 ottobre: come socia dello Zonta Club Milano Sant’Ambrogio, Stefania Scarnati è intervenuta alla presentazione del progetto “Giochiamo seriamente a non sprecare” nel contesto del Programma Culturale del Padiglione della Società Civile di Expo2015. L’evento si è svolto nel salone delle conferenze della Cascina Triulza, e ha visto il coinvolgimento dei ragazzi del Liceo Donatelli-Pascal e della American School of Milan.

16 dicembre: a conclusione di un anno ricco di creazioni, Stefania Scarnati organizza il tradizionale brindisi di Natale nel suo atelier. Tra i numerosi ospiti: Donatello IaculloMaria Luca e Pino Ferrara. Da parte sua, Stefania ha presentato alcuni dei suoi nuovi lavori, tra cui il Libro d’Artista “Ascolta!” e una riproduzione di “Nuova linfa a Milano” corredata di calendario 2016.

Aprile 2016 – Per il Progetto Zonta Pink Link, Stefania Scarnati ha realizzato il marchio che accompagnerà tutte le iniziative nell’ambito del progetto promosso dallo Zonta Club Sant’Ambrogio.

11 giugno/3 luglio 2016 – Partecipazione alla Mostra Internazionale di Libri d’Artista “Acqua e Fango”, presso la Galleria Artanda di Acqui Terme (AL), con il Libro d’Artista La Storia Bellissima, con testi poetici di Elena Federici Ballini.

17 febbraio 2017 – Nello Studio d’Arte Artépore®, in occasione della Giornata del Gatto, Stefania Scarnati presenta ai collezionisti il Libro d’Artista “Neri & Bastardi” con le incisioni di tre gatti neri: “Affascinante”, “Magico” e “Seducente”.